Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

aprile: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Tag

Ventidue birre e calde bontà di carne al Sinclair Scottish Pub

di Emilia Sensale

NAPOLI – Il freddo richiama la necessità di qualcosa di caldo: il gelo 12507518_470274136511723_8599495850214340318_ntristemente statico di una assenza attrae il bisogno di un caldo abbraccio così come una fredda serata invernale può risvegliare la voglia di un prodotto caldo da mettere sotto i denti. In una fredda sera di questo gennaio che è simbolo di un inverno orgogliosamente tale, mi sono trovata al Vomero, esattamente in Piazza Medaglie D’Oro, dove a pochi passi c’è il Sinclair Scottish Pub e soprattutto vi sono tutte le bontà di carne che rendono caldo lo stomaco ma anche il cuore.

12507157_470273913178412_1954397122696625977_nIl Sinclair ha già numeri importanti: è una realtà che ha una storia di circa diciotto anni ed è capace di soddisfare i palati di chiunque grazie a un menu di carne che spazia dalla bistecca ai gustosi panini, tra condimenti di prima qualità e contorni squisiti (da provare le melanzane e le patatine decisamente non classiche, morbide al tocco delle labbra ma ugualmente croccanti, una vera 12507463_470273809845089_5094227065936215571_nmagia), fino ad arrivare a un’ampia scelta di ventidue (sì, ventidue!) birre tra le quali sicuramente si può trovare la propria. Restando comodamente seduti in un ambiente accogliente, meravigliosamente ligneo, dove l’autentica atmosfera da pub si incontra con il gusto moderno e il colore azzurro delle bandiere del Napoli (il proprietario è, infatti, un grande tifoso della squadra partenopea), si può provare ad esempio il 12417838_470274073178396_1254852862275359437_nCremino, panino con hamburger di chianina con un trionfo di funghi in una crema densa e prelibata, oppure il Supreme, panino con hamburger di chianina e cheddar (formaggio di pasta dura) e un letto di burro di arachidi che lascia sulle labbra il sapore di una gustosa e calda felicità non più lontana. Per concludere, una fetta di cheesecake artigianale, alla frutta o al cioccolato è il lato dolce che fa sempre piacere. 

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO

Una sera al Vomero con le bontà di carne di Mario Tortora

di Emilia Sensale 
NAPOLI –
Il 2016 era cominciato da poco, i pranzi delle feste natalizie sono stati decisamente ricchi eppure c'era ancora voglia di qualcosa di sostanzioso, il cielo era coperto ma non pioveva: un piccolo elenco che fa da cornice a una passeggiata al Vomero che ho fatto poche sere fa per vedere una realtà decisamente camaleontica e vincente del panorama gastronomico. Uscendo dalla stazione Vanvitelli della metropolitana e percorrendo Via Bernini per arrivare in Viale Michelangelo, infatti, si può trovare la Panino-Macelleria Tortora, sapientemente guidata dalla passione e dalla bravura del sorridente Mario Tortora. Una realtà camaleontica davvero, poiché di mattina l'attività è una macelleria e la sera si trasforma in una paninoteca che attira centinaia di ragazzi, pronti a gustare le sue specialità. Tra le novità proposte alla clientela c'è il tagliere: girelle di pollo o di vitello con prosciutto cotto o bacon e provola di Agerola, servite con le polpettine e le patatine fritte in un letto di rucola e limone. 

12507492_467542680118202_4752259919295263717_nMario è un uomo sempre sorridente e grande lavoratore, capace di guidare uno staff di ragazzi appassionati e ordinati che riescono ad andare incontro alle esigenze dei clienti in un ritmo frenetico. È un'attività di fuoco per la passione e per la cottura di grandi quantità di carne ogni sera, spesso fino all'alba, dove il fumo per la cottura della carne e dei golosi contorni non è solo una scia grigia inconsistente ma mostra alla fine delle bontà senza pari. "Ho iniziato a lavorare a tredici anni – spiega Mario Tortora – e ho cominciato con mio padre, il quale viene da una famiglia di macellai da generzioni. Da ragazzo sognavo di aprire un pub, finché mi sono detto che invece di aprire un'attività secondaria potevo unire le due cose, proponendo qualità dei prodotti, genuinità delle carni e volontà di sacrificio, ecco perché nel 2011 ho creato questa Panino-Macelleria che è unica sede qui in Viale Michelangelo al Vomero".
CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO

Instagram