Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

aprile: 2019
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Tag

Archivio della categoria 'Spettacoli'

‘The Dik’s Brothers’ in concerto il 3 gennaio 2015 a S. Giorgio a Cremano

12004978_939134739485613_8117389678225870932_nInizio di anno decisamente rock per i 'The Dik's Brothers', che aprono il 2016 con un concerto da non perdere. Il gruppo si esibirà dal vivo domenica 3 gennaio alle ore 20, nella Biblioteca Comunale di Villa Bruno. L'ingresso è gratuito. I giovani 'The Dik's Brothers' sono dodici coristi accompagnati da una tastierista che eseguono in polifonia (da 3 a 6 parti) gli evergreen del rock. Il repertorio di circa 1h 45′ vede l’alternarsi di pezzi cantati a pezzi solo suonati e abbraccia la sfera boogie rock, rock&roll, blues rock, pop rock, progressive rock, latin rock. (autori tipici: Deep Purple, ELP, Beach Boys, Queen, Andrews Sisters, Little Richard e simili). 

Corista: Anna Cefariello, Soprano, 18 anni. Nel suo curriculum numerosissime esperienze al fianco di Carmen Giordano. Anche lei, come tanti altri, ha iniziato la sua esperienza in chiesa. E’ una dei fondatori del coro.
Corista: Valentina di Fiore, Soprano. Classe 1987. Soprannominata “Flipper” per la sua voce da delfino, riesce a prendere delle note sovracute.Impegnata nel coro parrocchiale e coinvolta in numerose esperienze polifoniche con Carmen Giordano. Anche lei è una dei fondatori dei Dik’s.
Corista: Rossella Procida, Soprano. Classe 1993. Conosciuta per caso e amante dell’arte, è diventata una corista eccellente nonostante sia la prima esperienza di polifonia.
Corista: Rossella Perasole, Mezzosoprano. Classe 1992. Rossella è col gruppo dal primo giorno ed è molto amata dagli altri componenti.
Corista: Solange Scognamiglio, Mezzosoprano. Classe 1987. Solare come il suo nome, anche lei è alla prima esperienza. Assorbita completamente da questa nuova esperienza, attualmente sta studiando musica.
Corista: Veronica Scognamiglio, Mezzosoprano. Classe 1984. Veronica viene da precedenti esperienze in vari cori polifonici che le hanno dato un’impronta classicissimache ha valorizzato il canto Rock dei Dik’s.
Corista: Nello Padula, Tenore. Classe 1995. Nello è una new entry insieme a Roberto Profenna. Anche lui ha esperienze precedenti, sia come corista che come cantautore. Conosciuto su FB.
Corista: Roberto Profenna, Tenore. Classe 1994. Roberto è l’anima sensibile del gruppo, conosciuto tramite FB come Nello Padula, sogna di diventare corista ufficiale di Tiziano Ferro.
Corista: Luca Oliveri, Tenore. Classe 1992. E’ uno dei padri fondatori dei The Dik’s Brothers. Cantante polistrumentista con una profonda attitudine alla batteria.
Corista: Agostino Perasole, Basso. Classe 1990. Con molte esperienze precedenti, anche a fianco a Carmen Giordano che l’ha convinto a riprendere dopo un periodo sabbatico.
Corista: Alex Contursi, Basso. Classe 1994. Interessante corista, dopo ben due anni di “corteggiamenti” da parte del gruppo, ha finalmente accettato di entrar a far parte della squadra. E’ alla sua prima esperienza da corista.
Corista: Vanessa Contursi, voce polivalente. Classe 1989. Una dei fondatori del coro, proviene da numerosissime esperienze sempre e solo al fianco di Carmen Giordano. Canta in ogni corda, attualmente canta tra i maschietti nella corda dei tenori.
Carmen Giordano, Corista e Tastierista. Tastierista per professione, “ha scelto di mangiare pane e cipolla pur di fare quello che la rende più felice”, un giorno mise tutti su you tube a cercare se in qualche angolino remoto del globo ci fosse qualcuno che facesse rock in polifonia e il 17 aprile di 4 anni fa nacquero i 'The Dik's Brothers'.
Emanuele Gotta, Fonico. Capace di gestire microfoni, sequencer e tastiere senza fischi e senza interferenze il gruppo lo ama per le sue capacità tecniche. 

MasterChef Israele da Gino Sorbillo, pronto ad annunciare presto grandi novità a Via Tribunali

di Emilia Sensale 

NAPOLI – Esistono le piccole sfide di tutti i giorni, da affrontare col cuore gonfio di coraggio e con investimenti materiali e spirituali non indifferenti, tutte destinate a grandi traguardi che, inevitabilmente, diventano punti di partenza. Essi non interessano solo chi ha voluto sfidare la quotidianità Gino Sorbillo Statuaattraverso i propri sogni ma influenzano positivamente tante altre famiglie, come accade nella crescita di una determinata attività commerciale. Lo sa bene il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo che grazie al suo entusiasmo e alla bontà della sua pizza è conosciuto in tutto il mondo, firmando progetti sempre più grandi come l'apertura di una pizzeria a Milano e di ben due punti vendita per pizza fritta a Napoli, ma soprattutto confermando il successo della Pizzeria Sorbillo nel Centro Storico partenopeo nella quale sono intervenuti artisti di fama mondiale, personaggi dello spettacolo, volti noti del panorama internazionale. 
IMG-20151016-WA0006 (1)Sempre nella pizzeria di Via dei Tribunali si sono dati appuntamento Eyal Shani e Yonatan Roshfeld proprio per registrare nuovi momenti della trasmissione nella quale i due chef sono giudizi, confrontarsi ed essere valutati dallo stesso Gino Sorbillo, in una vera e propria sfida all'ultima pizza. I giudici del talent show per aspiranti cuochi MasterChef Israele, infatti, hanno "preparato tre pizze cadauno per stuzzicare il mio gusto – racconta Gino Sorbillo – tutte preparate con un impasto di Farina Biologica Integrale e Farina Biologica Tipo 0 fornita da me, poi hanno potuto ammirare la zona del mio amato Centro Storico restando profondamente colpiti dalla bellezza del luogo e dal grande cuore delle persone, molte delle quali li hanno riconosciuti. Hanno comprato – continua – tante cose tipiche presso i negozi presenti in zona, in particolar modo hanno apprezzato quei prodotti che provengono dalla nostra terra, quali il Pomodoro San Marzano DOP, la Mozzarella di Bufala DOP, il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP e il Conciato Romano". Gino Sorbillo ha colto l'occasione per 'arricreare', verbo squisitamente napoletano che ben descrive il profondo senso di gioia per il palato e per il cuore che il noto pizzaiolo ha saputo donare, tutto lo staff intervenuto nella sua pizzeria sfornando numese pizze, quali le classiche Margherita e Marinara, poi pizze col Pomodorino Giallo, la Ricotta di Ruviano, i Carciofini del Salento e anche con il Lardo di Colonnata IGP. Le sfide per Gino, tuttavia, non finiscono: è in ristrutturazione un'ala del locale di Via Tribunali, la nuova 'Sala Ferro di Cavallo' che è figlia di un antico desiderio del noto pizzaiolo napoletano che è stata inaugurata tramite visita accurata proprio da Eyal Shani e Yonatan Roshfeld… ma è ancora presto per svelare quali altre bellezze Gino Sorbillo, coadiuvato dalla sua splendida famiglia e da un meraviglioso staff, proporrà ai suoi affezionati clienti. 

Paolo Cevoli presenta il suo film ‘Soldato Semplice’ al cinema Modernissimo di Napoli

Paolo Cevoli Emilia AntoninoPaolo Cevoli presenta il suo film 'Soldato Semplice' al cinema Modernissimo di Napoli, assieme ad Antonio Orefice: una pellicola nata da un ricordo legato al nonno, come ha spiegato ai nostri microfoni. Presto le nostre immagini e interviste firmate ‪'‎Non c'è Sensale senza Fiorino‬'. 
Pesce d'aprile spesso è sinonimo positivo di sorpresa gradita e, nel nostro caso, abbiamo due interviste decisamente non programmate in questa giornata di sole. Quando una passeggiata, neanche quella organizzata ma frutto di un bel destino, si trasforma anche in un angolo di sorrisi e strette di mano.

MASCIARELLI-PELLEGRINO AL CILEA IN “QUALCUNO E’ PERFETTO”

di Antonino Fiorino

Napoli – Sul palco del Teatro Cilea al Vomero dal 27 febbraio al 2 marzo si potrà assistere allo spettacolo proposto dalla coppia patrizia pellegrino collageStefano Masciarelli-Patrizia Pellegrino affiancati in scena da Giovanna Criscuolo, Rosario Petix e Iridiana Petrone. Si tratta di una commedia brillante, emotiva e ricca di spunti di riflessione, a partire dal titolo “Qualcuno è perfetto” che desta una curiosità di fondo che pervade l'intera rappresentazione fino al classico lieto fine dove a trionfare sarà il sentimento dell'amore. La storia riguarda un compositore e scrittore che soffre di allucinazioni, Adelmo personificato da un Masciarelli inedito e sorprendente, un personaggio strambo che vive rinchiuso in una villa sontuosa senza alcun collegamento col mondo circostante e mentre tutto sembra procedere nella più normale amministrazione ecco che irrompe nella sua vita Costanza, una donna avvenente impersonata da una Pellegrino passionale. Il protagonista si trova a colloquiare con tre personaggi immaginari, gli unici amici che rappresentano il suo quotidiano, ovvero una zia scontrosa, un artista elegante e una ragazzina graziosa, ai quali Adelmo confessa tutti i suoi desideri come la voglia di conoscere finalmente una donna per dare una svolta definitiva alla vita di chi sembra un recluso a tutti gli effetti e, soprattutto, per trovare una reale dimensione fino a quel momento costretta tra le mura domestiche. La musica è l'unico mezzo in cui Adelmo riesce ad esprimersi, una sorta di rifugio per esorcizzare le sue ansie e preoccupazioni, la scrittura di biografie è la vera e propria arte in cui ha investito gran parte della propria esistenza davanti all'affezionata macchina da scrivere. Sarà proprio questa dedizione che in un certo senso lo ripagherà di tutto facendogli incrociare nel modo più casuale possibile Costanza che riesce con una scusa ad entrare in villa, prima, e nella vita di Adelmo, poi, risultando come quel tassello che concretamente mancava al compositore per la tanto agognata sinfonia finale. Un duetto in nome e nel segno dell'amore.

Una commedia scritta da Marco Giacomazzi per la regia di Antonello Capodici e le scene di Salvo Manciagli, dove emerge chiaramente la dinamica emotiva dei personaggi, mentre il loro avvicendamento in larghi tratti è la componente più ironica della rappresentazione. È uno spettacolo che vive e fa vivere di colpi di scena, di atmosfere surreali incentivate anche da intermezzi musicali coinvolgenti mirando dritto al cuore del pubblico. Un pubblico più compiaciuto che divertito, testimone di una storia struggente quasi a voler dimostrare che chiunque può innamorarsi, anche quello più diffidente e scostante, provando una nuova emozione in simbiosi con la persona amata al di là di ogni limite costrittivo e ingombrante. Proprio perché l'amore vero non conosce ostacoli che tengano testa e a teatro una storia così merita applausi spontanei e ferventi.

“Non è la prima volta che mi trovo al Cilea – afferma Patrizia Pellegrino ai microfoni dei giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino per la loro rubrica 'Non c'è Sensale senza Fiorino' – e quando si parla di prima teatrale c'è sempre un'emozione particolare, soprattutto nella mia Napoli dove anche questa volta sono stata accolta con un calore speciale. Questo spettacolo è davvero divertente e con me in scena ci sarà uno stupefacente Masciarelli e una serie di attori siciliani simpaticissimi, credo – conclude – che sia una commedia moderna tutta da vivere”.
“Siamo in giro con questo spettacolo da novembre – dichiara Stefano Masciarelli – ed è sempre bello scoprire che la gente apprezzi il nostro lavoro improntato in questo caso alla novità assoluta perché si tratta fondamentalmente di uno spettacolo variegato dove la risata è sempre pronta, ma al contempo si delinea una storia d'amore e nel finale il lieto fine è garantito”.

 

Scritto con WordPress per Android – Emilia Sensale

Instagram