Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

gennaio: 2016
L M M G V S D
« dic   feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Tag

Il calore delle mani e delle bontà al Ristorante-Pizzeria Bellini di Napoli

di Emilia Sensale

11214345_468738019998668_4942790979969239584_nNAPOLI – È possibile fare tante cose con le mani: l'evoluzione umana ci ha permesso di renderle importanti nella vita di tutti i giorni, utili come sono a prendere oggetti e a trasmettere le nostre emozioni a un altro individuo, ma soprattutto di renderle magiche in ogni aspetto dell'arte, come la cucina. Impastare è un'azione che nella sua genesi ha conosciuto il calore e il movimento delle mani mentre oggi esistono particolari strumenti elettrici che svolgono egregiamente questo lavoro, eppure per preparare il prodotto finale nell'arte della pizza ci vuole sempre la figura appassionata del pizzaiolo, pronto ad ammaccare con mani nobili l'impasto lievitato. 
Pensavo alla bellezza del movimento delle mani del pizzaiolo presso lo storico Ristorante-Pizzeria Bellini, nato nel 1946 nel Centro Storico di Napoli (cuore
12523001_468738573331946_3651407123761950477_npulsante dell'incrocio tra Port'Alba e Via Costantinopoli, ubicato a pochi metri dall'omonima piazza partenopea), a margine dell'ottimo pranzo lì assaporato. La cucina e il forno del locale si trovano nelle vicinanze della scala che porta al piano superiore e mi è bastato salire alcuni scalini per avere una nuova prospettiva e ammirare dall'alto la nascita di bontà meravigliose, non solo legate alla pizza, servita leggera e dal sapore deciso: servono le mani anche per 12510287_468738753331928_4731815356748479090_ntrasferire la pasta fresca nell'acqua calda per preparare poi i prelibati scialatielli al coccio in un'enfasi di pomodorini. Come dolcezza ci va bene allora un prodotto della casa, tipo una fetta di ricotta&cioccolato, fresca e delicata sulle labbra, ma soprattutto il sorriso del titolare Genny Tommasino che presto presenterà alla stampa le novità dell'offerta gastronomica del suo locale.
CLICCA QUI per vedere tutte le foto

Scrivi un commento





Instagram