Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

novembre: 2015
L M M G V S D
« ott   dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Tag

Archivio del novembre 5th, 2015

Nasce a Napoli la prima Sala Scaramantica, da un’idea del pizzaiolo Gino Sorbillo

di Emilia Sensale 

12208783_10208112141390102_9204053614047569411_nNapoli e la scaramanzia, vale a dire l'immenso repertorio di gesti e parole, spesso oggetti, a cui si attribuisce il potere di scongiurare malefici e disgrazie o di propiziare il destino, sono un binomio vincente da secoli: è all'ombra del Vesuvio che la scaramanzia è diventata una vera e propria arte del saper vivere e, grazie al pizzaiolo Gino Sorbillo, in pieno 2015 diventerà anche la giusta compagna del saper mangiare bene e in compagnia. Nasce a Napoli, infatti, la prima 'Sala Scaramantica Portafortuna' a livello mondiale, frutto di una idea del noto pizzaiolo partenopeo cullata per anni e che prima della fine del 2015 sarà inaugurata ufficialmente. 
La suddetta sala, ubicata vicina alla Pizzeria Sorbillo di Via Tribunali, nel Centro storico napoletano, avrà una panchina esterna al di sotto della finestra ad angolo di Via Atri, la quale mostrerà un'inferriata rappresentante una maschera di Pulcinella e realizzata dallo scultore ed artista Lello Esposito, mentre all'interno sarà possibile sedersi a un grande tavolo a forma di ferro di cavallo prodotto dall’architetto Valentina Garraffa, al cui centro si trova una scultura di un corno rosso portafortuna. Tanti saranno poi i particolari che caratterizzeranno in maniera unica tutta la sala dove, circondato dagli operai impegnati per i lavori non ancora ultimati, Gino Sorbillo ha voluto rispondere alle domande di un giornalista del New York Times, in attesa di prossime aperture di pizzerie a firma Sorbillo nel mondo. 

Instagram