Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

aprile: 2015
L M M G V S D
« mar   mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Tag

Archivio del aprile 23rd, 2015

Otto creazioni per la terza edizione di “Una pizza per l’estate”

di Antonino Fiorino

11169004_864340906964997_278278767_nNapoli – La bella stagione sta per arrivare e non bisogna farsi cogliere impreparati. Ci si attrezza alla propria maniera, per salutarla nel migliore dei modi. A Napoli, poi, la primavera inizia a regalare sprazzi di caldo mitigato da una leggera e piacevole brezza proveniente dal mare che impreziosisce ancora di più uno scenario già di per sé surreale, al cospetto dei tanti visitatori pronti a popolare le vie del centro storico. Proprio qui, precisamente a Piazza San Domenico Maggiore, nei locali del ristorante-pizzeria “Palazzo Petrucci”, durante la serata di mercoledì 22 Aprile, si è tenuta l'inaugurazione e la presentazione alla stampa dell'evento “Una Pizza per l'Estate” giunto alla terza edizione e fortemente voluto da Molino Caputo coinvolgendo otto maestri pizzaioli alle prese con altrettante pizze tra le quali verrà scelta per l'intera durata del periodo estivo, a mezzo social network dal pubblico di estimatori, la protagonista indiscussa di questa terza edizione. Ognuno potrà, quindi, votare la propria preferita accedendo semplicemente alla pagina facebook dedicata all'evento per poi aver modo di confrontarsi con il parere di tanti altri che vorranno in qualche modo lasciare un proprio fattivo contributo di idee sulle varie proposte culinarie scelte in base a determinati criteri come la leggerezza, freschezza, territorialità, genuinità e sapidità.

Tutte così buone e diverse tra loro, ma ognuna contraddistinta da una spiccata originalità concepita e attuata dal maestro pizzaiolo di turno. Michele Leo con la Scapece al limone (acciughe, provola affumicata, cipollotto fresco, zucchine, limoni e menta), Ciro Oliva con pizza fresella (pomodorino datterino, tonno di Cetara, mozzarella di bufala, oliva salella, olio evo e basilico), Pasqualino Rossi con Estate Riccia (scarola riccia, alici di Cetara, olive nere Caiazzane, bufala affumicata e olio extravergine di oliva), Ron Garofalo con Pizza Sicilia (mozzarella, datterino di Scili e scalone di Cinisara), Roberto Susta con La Primizia (pomodorini gialli, fiordilatte di Agerola, peperoncini friggitelli, olio evo e basilico), Luca Castellano con Margherita al San Marzano (pomodoro San Marzano dop, fiordilatte di Agerola, olio Ravece, Parmigiano Reggiano e pecorino romano dop), Enzo Cacialli con Regno delle Due Sicilie (peperoncini verdi, provola affumicata di Agerola, pomodorini Pachino e pecorino romano) e Vittorio Giordano con Tramonti d'Estate (provola di Tramonti, tartufo dei Monti Lattari).

Al termine del percorso degustativo, la nota finale è stata affidata al maestro pasticcere Sal De Riso che, per l'occasione, ha presentato il suo babàmisù, ovvero un babà inzuppato al caffè espresso napoletano e crema al mascarpone, servito agli astanti in apposite coppette di vetro.

Napoli e i veri appassionati della sua pizza danno ufficialmente il benvenuto alla bella stagione da vivere intensamente, con una marcia in più, tutta squisitamente culinaria, grazie come sempre all'ottimo lavoro di pizzaioli e addetti ai lavori che contribuiscono ogni giorno, con le loro creazioni, alla divulgazione della tradizione mangereccia napoletana. Al di là della bontà più quotata, l'estate 2015 dalle nostre parti sarà ancora più gustosa con pizze di “Una pizza per l'estate”.

 

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE NOSTRE FOTO

Pizza futuro patrimonio Unesco: tappa da Gigi Cacialli con la sua boscaiola e il must della frittatina

di Antonino Fiorino

11175039_442846812545919_2999161977282500083_nNapoli – Con l'avvento della bella stagione, quando Napoli sarà pronta ad accogliere migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo, anche la pizza si rinnova in tutta la sua fragranza e freschezza grazie alle creazioni originali dei maestri pizzaioli costantemente alle prese con idee semplici, ma anche molto efficaci in vista del risultato finale. La pizza, si sa oramai, costituisce un alimento completo, adatto ad essere consumato in qualunque fase della giornata, ma ciò che si cerca maggiormente sono qualità come la leggerezza dell'impasto abbinata ovviamente alla bontà del prodotto preparato con precisi ingredienti radicati nel territorio campano e non solo. Vere e proprie eccellenze culinarie che, sul disco pizza, trovano quasi una naturale collocazione e vengono maggiormente apprezzate insieme a tutto il contesto in cui sono inserite non in modo casuale, ma con premeditata maestria.

La lunga schiera di maestri pizzaioli, che si apprestano a salutare l'estate che sarà per tutti foriera di ulteriori soddisfazioni professionali attraverso l'organizzazione di eventi culinari, annovera anche un giovane e talentuoso imprenditore nonché pizzaiolo, appartenente ad una famiglia storica del settore, ovvero i Cacialli. Si tratta di Gigi che continua a confermarsi sempre più come “il Figlio del Presidente”, il nome della pizzeria che coordina a via Duomo, anche grazie a nuove creazioni d'autore che testimoniano il suo grande amore per quest'arte come trasmessogli dall'indimenticabile papà Ernesto e destinato ad accrescere col tempo scandito da successi ma anche da tante novità importanti.

Anche lui, come abbiamo potuto constatare noi della rubrica "Non c'è Sensale senza Fiorino…A Tavola" in occasione del nostro tour itinerante per i vari locali degli amici maestri pizzaioli, ha accolto con immenso piacere la notizia della pizza come neo-candidata per il patrimonio culturale immateriale dell'umanità da parte dell'Unesco chiamata, con il parere degli esperti, a decidere prossimamente su quest'altra conquista importante che significherebbe dare maggiore lustro e tutela ad uno dei prodotti di origine artigianale più imitati e contraffatti al mondo, ma al contempo si darebbe adito al lavoro di maestri pizzaioli cresciuti con l'arte della pizza.10731159_442846222545978_9122182202038150472_n

In pizzeria si può assaggiare di tutto, proprio per far sì che tutti i palati vengano assecondati nel migliore dei modi: si va dalla frittura alla pizza più tradizionale fino a quella rivisitata con particolare originalità, ma c'è anche una vasta gamma di piatti appartenenti alla tradizione culinaria napoletana, per poi concludere con dessert selezionati e adatti ad ogni occasione. Oltre alle pizze, tra cui si distinguono per bontà e leggerezza la classica margherita e la valida alternativa boscaiola con pomodoro, mozzarella, funghi e carne tritata, uno dei tanti must alla pizzeria “Il Figlio del Presidente” è la frittatina fragrante con all'interno un sugo alla besciamella ideale a renderla ancora più buona e compatta. Fiore all'occhiello degli antipasti fritti che si completano con crocchè di patate, arancini, zeppole e con l'aggiunta di tante altre varianti belle da vedere e buone da mangiare.10407810_442846092545991_3569041636543320889_n

Gigi ha una grande umiltà che lo contraddistingue e la giusta dose di ambizione che gli permette non solo di sognare in grande abbracciando altri entusiasmanti progetti da condividere con tutti i suoi amici ed estimatori, ma anche di andare avanti con le proprie forze affidandosi all'esempio lodevole del padre e all'intento di continuare la tradizione di famiglia impartendo definitivamente i segreti del mestiere al figlioletto Ernesto Jr che già dimostra di volersi impegnare seriamente affinché possa diventare in futuro un grande pizzaiolo.

 

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE NOSTRE FOTO

Instagram