Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

settembre: 2014
L M M G V S D
« ago   ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Tag

Archivio del settembre 9th, 2014

“Apericozza” all’ “Asteco&Cielo-Roof&Sky” gustando il sapore del mitile bacolese sospesi sul Lago Miseno

di Antonino Fiorino

BACOLI – Nell'ambito del programma archeoenogastronomico denominato 'Malazè' volto a valorizzare il territorio dei Campi Flegrei con tutte le sue 1521598_342528695911065_2657683592635144634_npotenzialità, si inserisce a pieno merito la serata svoltasi lunedì 8 settembre 2014 presso il lounge bar 'Roof&Sky', il cui equivalente napoletano suona 'Asteco&Cielo', un natante trimarano ubicato letteralmente sulla superficie del Lago Miseno. Un evento davvero particolare e promettente già a partire dalla scelta di un titolo accattivante e originale concentrando tutta l'attenzione sulla proposta di una cucina alternativa incentrata sulla cozza. Da qui il titolo 'Apericozza' che ha riscosso un ottimo consenso per il pubblico accorso numeroso ma, soprattutto, per la qualità delle EmiliaSensale.it barca lagopietanze proposte dagli ormai noti 'Fantastic 4 Cooking', quattro chef campani dall'innato talento ai fornelli che si sono cimentati per l'occasione nella preparazione di piatti particolari dove il mitile è stato accompagnato gradualmente da tutta una serie di ingredienti ricercati capaci nel complesso di esaltarne maggiormente il sapore senza intaccare in alcun modo quello originario ottenendo addirittura una sagace promiscuità di gustosità inedite. Abbinamenti anche con prodotti di terra che, secondo la rivisitazione dello chef di turno, potesse comportare implicitamente una sorta di omaggio al rispettivo territorio di provenienza.

10620673_342529235911011_1827135751700599876_nI quattro chef, ovvero Michele Grande, Giuseppe Di Martino, Faby Scarica e Maurizio De Riggi sono stati i protagonisti indiscussi della scena che, dominata dal splendido panorama di Miseno, ha incorniciato nel modo giusto una serata dal successo preannunciato anche grazie alla meticolosa organizzazione da parte della giornalista enogastronomica Laura Gambacorta coadiuvata dal collega Michele Armano.

In una zona dove la mitilicoltura trova terreno fertile, non poteva certamente mancare un evento enogastronomico basato proprio su uno dei frutti di mare più amati in assoluto da residenti e turisti, ma per una sera ancora di più apprezzato in chiave innovativa contestualmente alla selezione adatta di vini quali la Falanghina Campi Flegrei e l'Asprinio Brut a cura delle Cantine Di Criscio, il tutto reso ulteriormente interessante proprio grazie alle sapienti creazioni dei quattro chef che non hanno per niente disatteso le aspettative nutrite da estimatori e dalla stampa intervenuta.

1908424_342530365910898_5195236198745929079_nLa cozza è stata presentata in un pregevole viaggio degustativo di ottimi antipasti scandito dalle diverse versioni tra cui si sono sicuramente distinte quella gratinata con salsa all'aglio e pesto di basilico, la frittatina di cozze e menta, la cozza con melanzane a funghetto, il panino alla carbonara di cozze per poi proseguire con un'eccelsa portata di paccheri con salsa di fagiolini e terminare poi con la proposta di due dessert chiamati dagli ideatori 'Che fico' e 'Sweet and salad', ma spazio anche alla tradizione con le mini sfogliatelle napoletane, dolci che sono stati accompagnati dai noti liquori della Distillerie Petrone tra cui la crema alla Guappa, al mirtillo selvatico, al limomcello e l'Elixir Falernum.  

 

CLICCA QUI PER VEDERE LE NOSTRE 67 FOTO SULL'EVENTO

Instagram