Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

settembre: 2014
L M M G V S D
« ago   ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Tag

Napoli Pizza Village 2014, il gustoso evento del Lungomare partenopeo

di Antonino Fiorino

10600631_339905932840008_1319912558795218701_nNapoli – La quarta edizione di uno degli eventi collettivi più attesi in città, il Napoli Pizza Village, organizzato dall'APN (Associazione Pizza Napoletana), è pronta ad entrare nel vivo chiamando a raccolta tantissimi appassionati tra residenti e turisti. Dal giorno 2 fino al 7 Settembre, infatti, sarà possibile far visita gratuitamente alla cittadella della pizza allestita sul Lungomare Caracciolo che farà da sfondo anche alla tredicesima edizione del Trofeo Caputo al quale parteciperanno circa cinquecento concorrenti alle prese con le affascinanti esibizioni di pizza acrobatica. Quindi, non solo un appuntamento strettamente culinario e culturale ma saranno garantiti anche momenti di aggregazione e di intrattenimento a cura dello staff di Radio Kiss Kiss Napoli. All'evento inaugurale, nonostante il tempo uggioso, tantissime persone hanno preso d'assalto lo spazio di oltre trentamila metri quadrati dedicato al Pizza Village immortalando l'evento con telecamere e assaggiando le buonissime pizze sfornate dai cinquanta maestri pizzaioli organizzati nei propri stand assieme ai rispettivi staff.

I visitatori potranno, inoltre, acquistare con dieci euro un ticket che dà loro diritto alla consumazione comprendente pizza, bibita, gelato e caffè potendo scegliere a quale pizzeria affidarsi mentre il ricavato sarà destinato in beneficenza all'Associazione Onlus “Un cuore per amico” affiancata da altri volontari come quelli di “Telethon”, “Arcobaleno della vita” e “Save the children”. Uno spazio è destinato anche ai giovanissimi che, oltre a divertirsi in appositi giochi d'animazione, possono essere accompagnati dai propri genitori in quello che è un vero e proprio laboratorio su misura dove si possono apprendere nozioni e curiosità legate alla pizza che, quindi, si conferma una pietanza per tutte le fasce d'età stimolando per una sera, con la manipolazione dell'impasto a mo' di plastilina, la creatività di piccoli-grandi pizzaioli che, magari un giorno, diventeranno tali per davvero.

10552509_339906819506586_8790068175825768268_nAlla kermesse d'apertura ha voluto assicurare la sua presenza anche il primo cittadino partenopeo, Luigi De Magistris, che intervenendo ai nostri microfoni ha commentato così: “La pizza è un prodotto che va tutelato, raccontato e vissuto, poi con questa stupenda cornice del lungomare di Napoli tutto diventa straordinario assieme al meglio dei pizzaioli e della nostra amata città per quella che è oramai diventata una realtà consolidata che ci sarà sempre e migliorerà ulteriormente di anno in anno”.

 

10612980_339906236173311_90196882555953708_nInteressante si è rivelata poi la conferenza presieduta da Alfonso Pecoraro Scanio, ex ministro delle Politiche Agricole e dell'Ambiente, sulla questione annosa di “chiedere tramite una petizione già in atto la candidatura per l'anno 2016 della pizza quale patrimonio immateriale dell'umanità da parte dell'Unesco che al contempo dovrà certificare l'indiscutibile e viscerale connubio tra pizza e Napoli dopo tentativi di false identificazioni di questa importante pietanza ad altre città quali, ad esempio, New York”. Tra i firmatari si annovera anche l'inviato di “Striscia la notizia” Jimmy Ghione che ha curato molti servizi a tutela dei prodotti italiani consumati e diffusi all'estero:“In questo modo, oltre a salvaguardare la paternità napoletana della pizza, un prodotto che unisce e vero orgoglio nazionale, si andrebbe ad incentivare in modo deciso il consumo di prodotti rigorosamente made in Italy contro ogni forma di contraffazione e di imitazione i cui fenomeni purtroppo sono sempre più diffusi nel mondo”.

 

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO DELL'EVENTO

 

Scrivi un commento





Instagram