Emilia Sensale

Poetessa e Scrittrice, Artista, Giornalista, nata a Napoli il 12 marzo 1989, vive a Napoli dove studia all'Università 'L'Orientale' dopo essersi diplomata al Liceo Classico 'Vittorio Emanuele II'. Vincitrice di numerosi concorsi letterari nazionali ed internazionali, amante della fotografia, della pittura e dell'arte del ricamo e dell'uncinetto, attualmente collaboratore per il quotidiano ROMA e impegnata in Uffici Stampa e in Social Media Marketing, è anche giornalista enogastronomica e scrive per 'I Templari del Gusto', 'SaporiCondivisi', 'CampaniaChe' e 'Campania Food Porn', scrive poi per la versione cartacea e per la versione online di 'CasoriaDue' e su 'Gazzetta di Napoli'.

Site menu:

Categorie

Cerca nel sito

Profili di Emilia

Archivio

Calendario

dicembre: 2013
L M M G V S D
« nov   gen »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Tag

Archivio del mese di dicembre, 2013

Auguri di Natale di Emilia in diretta a Radio Club 91

Rifiuti abbandonati lungo la strada tra Sant’Antimo e Aversa. Il commento di Peretti, commissario regionale dei Verdi

SANT’ANTIMO – Rifiuti di ogni genere abbandonati lungo la strada: carte e cartoni, oggetti di uso comune e molto altro incautamente lasciati sotto il sole e la pioggia, ammassati e lasciati in vari punti della via Appia, nella zona di collegamento tra Aversa e Sant’Antimo, precisamente nei pressi di Via degli Oleandri, immondizia che è frutto di un gesto di una inciviltà capace di contribuire all'inquinamento di acqua, terra e aria. È questa la situazione che i giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino hanno potuto tristemente testimoniare tramite le telecamere della loro rubrica ‘Non c’è Sensale senza Fiorino’, in onda su Tele Futura e Radio Nuova Vomero. “Ci siamo trovati di fronte – spiegano i due ragazzi – all’ennesima discarica a cielo aperto, imbattendoci in una serie di rifiuti, anche pericolosi, che, se bruciati illegalmente, potrebbero essere ancora più dannosi per la salute dell’ambiente, come pneumatici e gli oggetti in plastica, questi ultimi fatti di un materiale che in un tempo medio di degradazione naturale nel terreno compie un percorso che può durare tra i cento e i mille anni. Abbiamo voluto testimoniare concretamente quanto notato – concludono – con la speranza di sensibilizzare nuovamente le istituzioni al problema, affinché ci siano sempre nuove e decisive soluzioni alla questione che è importante e va affrontata al più presto”.

Tante sono state le manifestazioni promosse in tutta la Campania per dire basta ai rifiuti tossici nella cosiddetta Terra dei Fuochi e tante sono state le testimonianze raccolte da persone che hanno perso i propri familiari a causa dell’avvelenamento del territorio regionale, ma quanto ancora è presente lungo le strade, alla vista di tutti e dannosi per chiunque, è un esempio di come sia ancora lontana una profonda opera di sensibilizzazione affinché non si possano più trovare vere e proprie discariche a cielo aperto ai bordi delle strade e a pochi passi dai centri abitati: ne è convinto il Prof. Vincenzo Peretti, docente alla Facoltà di medicina veterinaria presso l'Università Federico II di Napoli e neo-commissario regionale dei Verdi Ecologisti, per il quale “la Terra dei Fuochi è ormai un problema di importanza europea, l’attenzione mediatica e il lavoro associativo e istituzionale è grande ma ancora tanto è necessario fare”. L’emergenza è concreta nel pensare che l’inquinamento dei terreni riguarda un'alta densità di popolazione tutta concentrata  in uno spazio ristretto, il tutto con l’aggiunta del fenomeno roghi dei rifiuti che è ugualmente dannoso. “Bisogna dire – spiega Peretti – che nel tempo sono aumentate segnalazioni, tante sono arrivate anche ai rappresentanti dei Verdi, e nell'ambito di un sistema regolare e controllato di smaltimento di tutti i tipi di rifiuti ben presto inizieremo una campagna di assistenza e di sensibilizzazione, in modo che tutti – continua – possano iniziare a capire l'importanza di salvaguardare l'ambiente e la salute personale e anche degli animali, anche questi ultimi soffrono questa incresciosa situazione”. A tal proposito c'è la problematica dei cani randagi sui quali, come docente di veterinaria, il Prof. Peretti “ha svolto delle analisi ematologiche, per cercare di capire – annuncia – gli effetti sull'ambiente e viceversa, ma sono sempre più convinto che accanto alla figura del garante degli animali istituita dal Comune di Napoli debba operare un apposito ufficio, come abbiamo già proposto e che tali discorsi vengano affrontati nelle opportune sedi amministrative”.

Il video con le immagini e l’intervista integrale al Prof. Peretti è fruibile anche all’indirizzo http://www.youtube.com/watch?v=yooSxAY9zHI

Emilia Sensale e Antonino Fiorino

 

‘Messaggi d’arte…’ tra sacro e profano nel grido azzurro ‘100VolteTiAmo’ al MAV di Ercolano

CollageconferenzanelloERCOLANO (NAPOLI) – Tra sacro e profano la distanza è breve se fa da ponte il pennello, strumento prestigioso e complice nella creazione di opere che rispecchiano i sentimenti degli autori. Sacro e profano è una dicotomia affascinante e promotrice di un’ispirazione artistica che sottende un suo messaggio profondo, come dimostrato dall'ideazione di una mostra collettiva organizzata presso il MAV – Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. Si intitolava ‘Messaggi d’arte…’ la mostra fruibile dal 7 al 20 dicembre 2013, fortemente voluta dall'artista e figlio d'arte nonché presidente del Centro GAMEN di Napoli Stelvio Gambardella in collaborazione con il critico d'arte Giovanni Cardone. Gli artisti espositori sono stati Antonio Sgamato, Assunta Improta, Carlo Improta, Chiara Cesana, Chiara Rojo, Claudio Morelli, Enrico Gambardella, Gianpaolo Arionte, Giovanni Ariano, Giusy Costagliola, Letizia Caiazzo, Louisemarieclaire Cheri, Luigi Bruno, Luigi Di Donna, Manuela Lavezzi, Maria Scala, MariaRita Renatti, Mena Pagnani, Paolo Napolitano, Rosella Cosulich, Stelvio Gambardella, Veronica Crisci e Vincenzo Visciano.

La kermesse nella penultima serata ha ospitato un nuovo evento, coordinato e moderato dai giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino, vale a dire la presentazione di ‘100 volte Ti Amo’, raccolta di messaggi d’amore per il Napoli firmata da tanti tifosi e giornalisti, frutto della terza edizione dell’iniziativa a carattere benefico promossa da Nello Odierna, volto noto e conduttore di trasmissioni sportive campane. Il MAV ha offerto una cornice d’eccezione ad un evento che ha permesso l’avvio di un dibattito fra i presenti, affrontando temi quali l’importanza della cultura, la passione di una fede calcistica, le speranze per il futuro azzurro e per un avvenire fatto di sogni da realizzare ma anche difficoltà. ‘Messaggi d’arte’ in tutti i sensi che hanno offerto l’occasione, insieme a tanti spunti di riflessione, di individuare e analizzare il rapporto tra due realtà solo apparentemente distanti come l’arte pittorica e il calcio, accomunate invece in questo caso dalla medesima proprietà di regalare emozioni, di trasmettere messaggi in nome di una grande passione che tutto pervade ed investe; non solo passione, ma soprattutto condivisione nel segno dell’amicizia e della stima reciproca, hanno fatto da cornice ad un evento “che merita la giusta attenzione – spiegano univocamente Gambardella e Cardone – e che stuzzica la curiosità di tutti, indistintamente, nel suo valore solidale e nel suo essere di per sé arte, permettendoci di intuire che esistono realtà che sembrano agli opposti e invece, su basi solide di sentimenti e valori, riescono a riunirsi, quali calcio e arte e proprio il sacro e il profano, entità – concludono – che non si escludono a vicenda ma vicendevolmente riescono a trarre linfa vitale”. “È arrivato il momento – afferma Odierna – di comprendere definitivamente una grande verità: il cuore dei cittadini campani è grande, immenso, pronto ad accogliere nuove sensazioni e a comunicarle, come è proprio dell’espressione artistica ma anche pronto – continua – a dare, sena sconti, come dimostrato dalle tante persone che mi hanno aiutato e continuano a farlo nella realizzazione della terza edizione di questa iniziativa a piccoli passi che uno alla volta riescono a portarci lontano”

Emilia Sensale e Antonino Fiorino

emiliantonino@libero.it 

 

‘Non c’è Sensale senza Fiorino’, dopo la TV sulla cresta dell’onda… radio

NCSSF_06NAPOLI – È il caso di dirlo: due giovani giornalisti innamorati sulla cresca dell'onda… radio. Dopo l'approdo sulla televisione locale, la rubrica di interviste e inchieste ideata e curata dai giornalisti napoletani innamorati Emilia Sensale e Antonino Fiorino che, riprendendo i loro cognomi in un simpatico gioco di parole, s'intitola 'Non c'è Sensale senza Fiorino', sarà trasmessa anche da Radio Nuova Vomero, una delle emittenti radiofoniche più antiche di Napoli.

'Non c'è Sensale senza Fiorino' è una rubrica che propone interviste e inchieste affrontando temi anche delicati di attualità e cronaca, nonché eventi, legati alla regione Campania, con una particolare attenzione al territorio di Napoli e provincia, toccando pure l'universo della cultura, dello spettacolo, della musica e dello sport. Nata nel marzo 2013, in neanche un anno l'idea della 24enne Sensale e del 26enne Fiorino ha raccolto già molti consensi e soddisfazioni, registrando interessanti numeri: numerose risultano le visite sui social network alle pagine facebook.com/SensaleFiorino e twitter.com/emiliantonino, migliaia poi i click sul canale YouTube.com/emiliantonino dove puntualmente vengono resi fruibili gli appuntamenti della rubrica messi in onda. Il doppio appuntamento, dunque, è in TV su TELE FUTURA Canale 172 del Digitale Terrestre e in streaming su www.telefutura.it tutti i giorni in maniera ciclica, con orario indicatore fisso ore 15 e ore 20, mentre su Radio Nuova Vomero basterà sintonizzare il proprio apparecchio ogni martedì dalle 18 sulla frequenza 89.9 senza dimenticare che l'emittente radiofonica è fruibile in web-cam streaming su radionuovavomero.it, così da poter seguire la 'Maratona Non c'è Sensale senza Fiorino'. E non è detto che nuove sorprese e soddisfazioni per i due giornalisti fidanzati possano esserci presto….

Emilia Sensale e Antonino Fiorino

emiliantonino@libero.it 

Instagram